Aggiornamento della comunità del Comitato per la Migrazione Annuncio di Lancio di Catapulta 1

Aggiornamento della comunità del Comitato per la Migrazione Annuncio di Lancio di Catapulta 1

Questo articolo è stato preparato per la nostra comunità NEM per conto del gruppo di lavoro sul processo di migrazione di Catapult, dalla rete blockchain NIS1 (l’attuale rete pubblica “mainnet”) alla Catapult NIS2. Questo gruppo di lavoro sulla migrazione comprende organizzazioni come la Fondazione NEM, NEM Studios, NEM Ventures e Tech Bureau Holdings.

Queste organizzazioni lavorano insieme da luglio 2019 nel comitato direttivo sul processo di migrazione e sono costituite da team con una vasta esperienza che hanno competenze diverse nel lavoro, analizzando e conducendo discussioni su vari problemi, valutando possibili problemi, conseguenze e opportunità imminenti relative a versione pubblica della catapulta.

Vorremmo condividere con voi il nostro piano attuale e i nostri prossimi passi in modo che la comunità NEM possa comprendere chiaramente quali raccomandazioni sono state fatte finora e quali azioni sono attualmente pianificate.

Molto lavoro è stato svolto da varie parti, tra cui gli sviluppatori core core (core-dev), che hanno rilasciato la versione Catapult Elephant 3 all’inizio di settembre, dopo 3,5 anni di lavoro insieme.

L’aggiornamento software Catapult è uno stack tecnologico completamente nuovo (un tipo di dati astratto che è un elenco di elementi) con funzionalità avanzate che non erano mai disponibili in un sistema decentralizzato, tra cui transazioni aggregate e account multi-abbonamento multi-tier, facendo quindi affidamento su un grande insieme di funzioni in NIS1 (attuale rete pubblica “mainnet”).

Dopo molte discussioni, il team di migrazione Catapult “NIS2” ha raggiunto un consenso raccomandato e verificato dagli sviluppatori NEM Core.

Le decisioni principali sono riassunte di seguito e ulteriormente spiegate in modo più dettagliato:

Networks/Chains: Due reti blockchain

Token Names: Due reti blockchain

Tipo di Lancio:Opt-in / launch in una nuova blockchain

Quali componenti verranno Migrati: Saldo XEM, conti multisignatura, spazi dei nomi radice

Quali componenti non verranno Migrati: Tutto il resto tra cui: (spazio dei nomi secondari, mosaici, bilancio dei mosaici, dati di cronologia dei dati di transazione (Tx) …)

(Sub-Namespace, Mosaic, Mosaic balances, Tx data etc)

 Due Reti Blockchain

Questa è stata la fase più difficile da considerare e risolvere il problema, poiché sono state necessarie diverse settimane di discussioni, consulenza legale, pianificazione, test e analisi per implementare la soluzione migliore. Ecco i motivi principali di questa decisione:

  • Lo stack tecnologico tra NIS1 (l’attuale rete pubblica “mainnet”) e NIS2 “Catapult Technology” (Catapult) non sono compatibili; questo era comprensibile all’inizio del nostro lavoro sull’aggiornamento del software della catapulta NIS2, il che significa che l’aggiornamento dei nodi (nodi) esistenti sarà una fase molto difficile. Il coordinamento delle azioni, tenendo conto dei vari rischi per l’aggiornamento dei nodi (nodi), richiederebbe molto più tempo, poiché i proprietari dei nodi (nodi) sono distribuiti decentralmente e non hanno alcun obbligo di eseguire tali azioni, quindi non sono tenuti ad aggiornare la rete.
  • Considerato quanto sopra, l’unico modo per applicare l’approccio a catena singola è abilitare coordinatamente l’aggiornamento del software Catapult (NIS2) e disattivare la rete blockchain NIS1 (l’attuale rete pubblica è “mainnet”). Questa azione richiederà un controllo centralizzato sull’arresto della rete blockchain NIS1, il che è impossibile a causa della mancanza di controllo centralizzato, inoltre, ciò contraddice diversi principi di base della tecnologia Blockchain e Distributed Registry Technology (DLT). Sarà inoltre necessaria una soluzione centralizzata per forzare i nodi (nodi) a passare dalla vecchia blockchain della catena NIS1 (l’attuale rete pubblica “mainnet”) alla nuova blockchain della catena NIS2 Catapult. Inoltre, questo approccio solleva una serie di questioni legali complesse e molto probabilmente richiederà l’equivalente del pagamento in fondi fiat, nonché la capacità limitata  di correggere eventuali problemi senza riorganizzare la catena dei blocchi.
  • Due reti blockchain che coesistono in parallelo sono uno scenario che ha i suoi problemi, che saranno risolti nel nostro lavoro sulla tokenomica (un sistema per la creazione di una politica dei prezzi dei token), per stimolare e garantire la sicurezza dei nodi (nodi) in entrambe le reti NIS1 e NIS2. Considerando il fatto che è praticamente impossibile eseguire immediatamente l’aggiornamento e che la decisione centralizzata di chiudere la rete blockchain decentralizzata è impraticabile, prevale l’approccio con due reti blockchain (NIS1 e NIS2).

Si prevede di implementare il funzionamento della rete blockchain NIS2 “Catapult” (Catapult), in parallelo con la rete blockchain NIS1 (l’attuale rete pubblica “mainnet”). Non è previsto alcun arresto centralizzato della rete blockchain NIS1 (l’attuale rete mainnet pubblica) e verranno compiuti sforzi tra ecosistemi per fornire supporto alla rete blockchain NIS1 (l’attuale rete mainnet pubblica) per un considerevole periodo di tempo. Inoltre, i progetti e i titolari (titolari di token) in NIS1 possono utilizzare la rete come soluzione invariabile. Questo metodo significa che tutti i dati in NIS1 (l’attuale rete pubblica principale) rimangono intatti e invariati, confermando così il processo di opt-in (che rappresenta un abbonamento al supporto informativo su notizie ed eventi)

Due Gettoni

Grazie a due reti blockchain, avremo due token e ogni rete blockchain avrà la propria valuta per pagare le transazioni nella rete.

Pertanto, il token XEM nella rete NIS1 (l’attuale rete mainnet pubblica) continuerà a funzionare in concomitanza con l’aggiornamento software Catapult NIS2, e verrà creato un nuovo token per questa nuova rete. Altre pubblicazioni e notizie saranno pubblicate a breve, non appena la parte pratica del lavoro del team sulla creazione di una strategia e l’ingresso nel mercato della catapulta NIS2 sarà completata. Esistono diverse opzioni di branding (una serie di misure per creare un’immagine positiva di un prodotto o servizio per un consumatore), attirando così partner nell’ecosistema e coinvolgendo processi legali da cui dipendono i nostri termini di implementazione.

Opt-In (abbonamento) per Token Distribution

Quando si considera come consentire il processo di spostamento dei possedimenti XEM da NIS1 a NIS2 Catapult in uno scenario a doppio filamento, ci sono solo tre principali opzioni di implementazione:

  • Snapshot: il processo di mirroring del saldo XEM per tutti gli account da NIS1 (attuale rete pubblica “mainnet”) a NIS2 Catapult.

La migrazione di account con più abbonamenti è piuttosto problematica in questo approccio, in quanto esiste un certo rischio per gli account con più abbonamenti sulla rete NIS1 (l’attuale rete pubblica principale) per la gestione di una singola firma, il che comporta un rischio per la sicurezza dei titolari (detentori) / Scambi che scelgono deliberatamente un livello Livello di sicurezza dell’account con più firme. Questa è anche una soluzione centralizzata, che obbliga tutti ad assumersi la responsabilità dei token CatISult NIS2 il primo giorno, indipendentemente dal fatto che i detentori (detentori) lo vogliano o meno.

A questo si associano potenziali problemi nel settore fiscale e legale, ma anche questo approccio viene solitamente utilizzato su Hard Forks delle reti blockchain, dove la rete blockchain si dirama a causa di una divisione nella comunità. Ad esempio: BTC-Bitcoin -> BCH-Bitcoin Cash -> BSV-Bitcoin SV, nonché ETC-Ethereum Classic / ETH-Ethereum. Inoltre, una rete hard fork potrebbe essere dovuta a errori di rete e a molti altri fattori. Né l’uno né l’altro si applicano alla catapulta NIS2.

  • Token Swap: in conformità con questo processo, durante il quale una criptovaluta viene scambiata con un’altra. In questo caso, i possessori di XEM di NIS1 scambiano i loro token per riceverli in un’altra rete blockchain NIS2 di Catapult. Da un punto di vista filosofico, questo è un approccio forte che evita di condividere il costo tra i due token. Quando si sostituiscono i token, la nuova moneta sostituisce quella vecchia, il che significa che questa operazione è obbligatoria, altrimenti il ​​detentore potrebbe perdere il proprio patrimonio. Tuttavia, se abbiamo due reti blockchain, questo crea diversi problemi con un rischio più elevato:
  • La proprietà dei token nella rete blockchain NIS1 (l’attuale rete mainnet pubblica) diventa più centralizzata (esponenzialmente nel tempo) man mano che gli utenti selezionano la modalità opt-in (abbonamento) su un’altra rete blockchain e bruciano i loro token nella vecchia rete NIS1; compromettendo così la stabilità di NIS1 (l’attuale rete pubblica “mainnet”), che viene ancora utilizzata dai partner dell’ecosistema nei loro progetti, poiché non sono ancora pronti per il processo di migrazione. Ci saranno buoni motivi per cui gli utenti non possono o non vogliono partecipare a questo processo di opt-in e questo crea un certo rischio per la stabilità e la sicurezza della rete per alcuni utenti dopo l’avvio di una rete blockchain.
  • Vi sono anche potenziali difficoltà legali sia per le persone giuridiche che per le persone coinvolte in questo processo di migrazione. I nostri gruppi legali hanno consigliato i consigli di amministrazione di tutte le divisioni NEM e il nucleo centrale di sviluppo, contro questa decisione.
  • Distribuzione Token: secondo questo modello, i detentori sono liberi di scegliere la modalità opt-in (iscrizione) prima dell’inizio della rete blockchain o dopo l’avvio della rete blockchain. I titolari (possessori) di token XEM nella rete NIS1 (l’attuale rete pubblica “mainnet”) riceveranno i token Catapult NIS2. I titolari (possessori di token) si registrano prima di lanciare la rete pubblica NIS2 Catapult, inviando una transazione da Nem Wallet (o questa sarà implementata a livello di codice), questa transazione indica il desiderio del titolare di partecipare al processo di migrazione, ma non richiede ai titolari di masterizzare i token in Reti NIS1. Successivamente, il blocco Catapult Nemesis distribuisce token della rete blockchain Catapult NIS2 agli account. Eventuali token che non sono stati distribuiti nel blocco Nemesis saranno trasferiti all’entità legale (banca depositaria / unità finanziaria) con statuti / documenti di fiducia trasparenti, questi token nella rete NIS2 possono essere richiesti dal titolare e trasferiti a lui, questa procedura è necessaria in modo da non corrispondere alla modalità scadenza. A tale scopo verrà creata una nuova organizzazione di custodia e verrà condotta una verifica legale per la sua analisi e guida. Non appena avremo ulteriori informazioni su questo problema, inizializzeremo questa organizzazione e diventerà nota alla comunità. È indispensabile che questa organizzazione di custodia abbia regole trasparenti e legalmente chiare che la obbligano a lavorare su base continuativa per l’ecosistema NEM in futuro.

Dopo molte discussioni, il comitato per la migrazione ha votato che l’approccio migliore sarebbe optare per (sottoscrivere) la distribuzione di token. Ethereum (piattaforma Blockchain) è lo stesso meccanismo in cui la rete blockchain di Ethereum utilizza principi simili per la sua transizione a senso unico da Eth1 a Eth 2.0.

Chiavi Pubbliche, XEM Balance, Multi-Sign (Multi-Signature) e Root Namespace

Trasferiremo da NIS1 (l’attuale rete pubblica “mainnet”) tutte le chiavi pubbliche dell’account, incluso il saldo XEM, la configurazione Multi-Sign (Multi-Signature) e gli spazi dei nomi root. L’opt-in (Abbonamento) verrà eseguito attraverso una catena di dati proveniente da NIS1 (l’attuale rete pubblica “mainnet”) utilizzando Catapult Nemesis quando si passa a una nuova rete blockchain NIS2.

Non sarà possibile migrare i namespace di root dopo aver avviato la rete NIS2. Ciò significa che tutti gli spazi dei nomi non richiesti (non necessari) saranno gratuiti e la loro registrazione sarà disponibile immediatamente dopo il lancio della rete NIS2 Catapult. Tutto il resto avrà anche un meccanismo di opt-in (abbonamento) dopo il lancio della rete blockchain Catapult NIS2. Questo meccanismo di opt-in (abbonamento) sarà il più automatizzato possibile; informazioni più dettagliate appariranno nel prossimo futuro, poiché attualmente stiamo testando diversi approcci tecnici in questa direzione.

Questo approccio limita (limita) la quantità di dati irrilevanti che vengono trasferiti alla rete blockchain Catapult NIS2 e la nuova rete blockchain Catapult NIS2 riceve un “inizio pulito” con solo i dati necessari per proteggere i saldi dei token, la protezione account, oltre a proteggere e prevenire lo squat (acquisizione) di spazi dei nomi.

Out of Scope (Tutti gli Altri Componenti)

Tutto il resto sarà ancora disponibile su NIS1 e accessibile oltre il lancio di Catapult.La NEM Foundation e NEM Studios stanno lavorando a diversi strumenti che aiuteranno i progetti a migrare dati aggiuntivi come (Payload (record delle transazioni), spazi dei nomi, altri mosaici, bilance a mosaico, ecc.) Ulteriori aggiornamenti su questo il problema sarà presto disponibile.

Prossimi Passi

Ora che le principali raccomandazioni sono state adottate, abbiamo chiare raccomandazioni e misure concrete per l’attuazione:

1.) Definizione dell’ambito (ambito): cosa è esattamente necessario (necessario) o non necessario per considerare una rete NIS2 Catapult basata su Catapult.

2.) Pianificazione: per compilare informazioni dai lead (potenziali clienti) su quanto tempo impiegherà l’ambito (ambito) per implementare.

3.) Implementazione: monitorare attivamente l’attuazione dei compiti e fornire alla comunità aggiornamenti regolari sui progressi.

Alcuni di questi componenti sono aspetti tecnici, legali, commerciali e anche direttamente correlati al marchio per aiutare a garantire una combinazione olistica di tutti questi fattori, per lanciare non solo una rete blockchain modernizzata NIS2 Catapult, ma un prodotto completamente aggiornato che ha tutti gli ausiliari necessari per il successo.

Il confronto di queste informazioni è in corso da diverse settimane. Speriamo che saremo in grado di completare la presentazione ad alto livello nel prossimo futuro, e quindi risponderemo alla domanda popolare: “Quando CI sarà la catapulta NIS2?” Nonostante il fatto che nel prossimo futuro forniremo una data esatta, per il rilascio della catapulta NIS2 ( Catapulta), può cambiare a causa di vari fattori ecosistemici, ecc.

Parallelamente a quanto sopra, sono in corso lavori per verificare il modello completo di tokenomica (il sistema di formazione della politica dei prezzi dei token), che intendiamo condividere nelle prossime settimane.

Abbiamo bisogno del Vostro contributo

Apprezziamo il Vostro contributo e ora siamo pronti a raccogliere l’opinione della nostra comunità sui quali potenziali funzionalità, sono più importanti per te in relazione alla prossima versione del prodotto NIS2 Catapult. Abbiamo creato un modulo Google per abbinare tutti i dati che desideri fornire: non sono richieste informazioni personali e ti consigliamo di esprimere la tua opinione personale compilando questo modulo.20.

Questo modulo sarà ampiamente condiviso sui nostri canali al fine di ottenere il maggior feedback possibile e il set di funzionalità che emerge aiuterà a informare l’ambito (e quindi la data di lancio esatta). Speriamo di avere queste informazioni tra qualche settimana, quindi rimanete sintonizzati per ulteriori aggiornamenti.

Grazie,

Catapult Migration Committee

https://t.me/nemitalia